Riccardo Mollo – Informatica e Fotografia

Programmi per simulare la fotografia in studio

banner-programmi-per-simulare-la-fotografia-in-studio

Fotografare dei soggetti in uno studio fotografico richiede una profonda e consolidata conoscenza della luce, della tecnica e dell’infinità di strumenti ed accessori che compongono questo mondo.

La grande difficoltà, per chi inizia, consiste nel prendere confidenza con i flash, i fondali, i riflettori, le quinte, i diffusori, i modificatori di luce, i rimbalzi, la gestione delle ombre e delle cadute di luce, e così via.

Inoltre, spesso e volentieri si hanno in testa idee o risultati che si desidererebbe ottenere, ma si procede un po’ a tentativi prima di trovare il giusto schema luci.

Come aiuto per rendere lo studio delle luci un po’ più divertente e veloce, esiste un software che si chiama Set a light 3D Studio. Piuttosto semplice ed immediato, è un programma che offre un ambiente 3D nel quale si può simulare uno studio fotografico per provare tantissimi schemi luce e per scattare infine delle “fotografie” per vedere il risultato.

Offre una discreta gamma di modelle e modelli (con abiti e pose differenti), un’ampia scelta di luci (flash a slitta e flash a torcia, regolabili nella potenza e nella direzione ed abbinabili a tanti diffusori e modificatori come ombrelli, softbox, bank, octabox, pannelli riflettenti, ecc…) e la possibilità di regolare la luce ambiente e di impostare i dati di scatto come lunghezza focale, tempi, ISO e diaframmi.

Questo è uno screenshot del programma, per dare un’idea di come è fatto:

set-a-light-3d-studio-1

E questa è un’immagine che ho realizzato al volo come dimostrazione di cosa di può ottenere:

set-a-light-3d-studio-2

Macchina con sensore FF, 135mm, f/2, 1/250s, 50 ISO
Softbox quasi frontale come luce principale, octabox posteriore con gelatina blu come rim light e pannello riflettente posteriore per un leggero riempimento delle ombre

Esiste poi un altro software simile, ma che assolutamente non regge il confronto poichè ha molte meno funzioni, ha un’interfaccia scomoda e graficamente lascia abbastanza a desiderare… L’unico vantaggio è che, oltre a modelli umani, permette di sperimentare anche con oggetti come macchine, moto e strumenti musicali. Si tratta di Photo Light Pro, e questo è uno screenshot di come si presenta:

photo-light-pro

Siti con simulatori di obiettivi

banner-siti-con-simulatori-di-obiettivi

Uno dei primi ostacoli strettamente tecnici contro cui, bene o male, si scontrano tutti coloro che si avvicinano al mondo della fotografia riguarda la comprensione di tutti quei concetti che ruotano attorno agli obiettivi ed al loro uso corretto.

Termini come “lunghezza focale”, “angolo di campo”, “profondità di campo”, “distanza dal soggetto”, “apertura del diaframma”, “fattore di crop” dei sensori, “distanza iperfocale”, ecc… dopo un po’ di studio e di pratica vengono assimilati più o meno velocemente, ma spesso e volentieri rimangono dubbi e lacune su quali siano i legami che intercorrono tra tutti questi concetti in termini di risultato nell’immagine finale.

Nonostante l’unico modo corretto per assimilare bene questi concetti sia provare e riprovare e provare ancora, esistono alcuni simpatici siti che, grazie a dei simulatori, aiutano ad apprendere queste nozioni in maniera interattiva, visuale e, bisogna dirlo, piuttosto immediata.

Questi sono i siti che, a mio parere, sono i più completi, efficaci e ben fatti:

(Nikon) NIKKOR Lens Simulator

(Tamron) Focal Length Comparison Tool

(Sigma) Focal Length Simulator

Bokeh Simulator & Depth of Field Calculator

CameraSim, the original DSLR camera simulator

Scroll To Top