Riccardo Mollo – Informatica e Fotografia

Consigli su NAS e soluzioni di storage per l’archiviazione delle fotografie

banner-consigli-su-nas-e-soluzioni-di-storage-per-larchiviazione-delle-fotografie
L’avvento della fotografia digitale negli ultimi anni è stato una gran cosa: ha reso la fotografia più immediata, più accessibile, più versatile, più economica, più divertente. Purtroppo, però, ha causato un grave effetto collaterale: ha portato la maggior parte delle persone a smettere di stampare le proprie immagini, complice anche l’illusione che i supporti digitali siano eterni e imperituri.

In verità, non c’è nulla di meno affidabile dei supporti digitali, soprattutto se presi singolarmente. I dischi rigidi meccanici si rompono, le memorie volatili ad un certo punto non funzionano più, le memorie flash (chiavette USB, schede SD, schede CF, dischi SSD, ecc…) hanno un ciclo di vita ancora troppo breve, e via dicendo.

Per fortuna, esistono degli strumenti come i NAS che aiutano a conservare e a preservare al meglio ed il più a lungo possibile i propri dati. Naturalmente, ce ne sono per tutti gli ambiti e per tutte le tasche, da quelli piccoli ed economici per un uso domestico fino a quelli più avanzati e costosi per un uso di tipo enterprise. Sono strumenti che possono fornire grandi capacità di archiviazione e sono quindi ottimi per conservare, tra le varie cose, le proprie fotografie.

Tutti i NAS utilizzano una tecnologia chiamata RAID (“redundant array of independent disks”, o “insieme ridondante di dischi indipendenti”) che, tramite l’aggregazione di due o più dischi, sostanzialmente permette di preservare i propri dati anche in caso di rottura di un disco (o anche più di uno, in base al tipo di RAID impiegato). I tipi di RAID normalmente utilizzati nei NAS domestici sono il RAID 1 (mirroring) ed il RAID 5 (distributed parity).

In questi ultimi anni ne ho testati ed utilizzati diversi, in particolare alcuni modelli di quelle che, secondo la mia opinione, sono al momento le migliori marche sul mercato: Synology e QNAP.

Entrambe le case, come si può evincere visitando i loro siti, offrono un’ampia gamma di soluzioni eterogenee, che includono NAS domestici molto versatili ed efficienti in grado di offrire moltissime possibilità, dall’archiviazione con RAID al backup, dal mediacenter allo streaming multimediale, dal file sharing alla videosorveglianza. In base alle mie esperienze, mi sento di dare qualche punto in più a favore di Synology, poichè i suoi NAS utilizzano un sistema operativo, DiskStation Manager (o DSM), veramente di altissimo livello, affidabile, potente, bello e semplice da utilizzare (sono disponibile diversi video dimostrativi). Anche il sistema operativo si QNAP, QTS, è fatto molto bene, ma l’ho trovato un po’ più lento e un po’ più ostico nell’utilizzo e nella configurazione (è disponibile una demo). Entrambi i sistemi operativi sono basati su GNU/Linux.

Questo è uno dei NAS della Synology che consiglio in quanto offre un ottimo rapporto qualità/prezzo:

")

Questo invece per quanto riguarda QNAP:

")

La nota dolente di tutta questa faccenda è che i NAS vengono venduti senza dischi, che quindi vanno acquistati a parte.

I dischi che consiglio caldamente sono quelli della serie Red della Western Digital, poichè studiati ed ottimizzati proprio per essere utilizzati all’interno dei NAS.

Per qualsiasi domanda o curiosità, lasciate pure un commento o contattatemi.

Ricordatevi però di stampare sempre le vostre fotografie… ancora oggi la carta rimane in assoluto il modo migliore e più sicuro per apprezzarle e conservarle!

SnapSort: confrontare macchine fotografiche

banner-snapsort-confrontare-macchine-fotografiche
Spesso mi capita che amici e conoscenti mi chiedano che differenze ci sono tra la macchina X e la macchina Y, se è meglio questa o è meglio quella, quale marca è preferibile (e solitamente la guerra santa si contende tra Canon e Nikon…), e cose del genere.

Premesso che la scelta di una macchina fotografica non dovrebbe dipendere soltanto dalle mere caratteristiche tecniche, ma anche dal feeling che si prova nel prenderla in mano, dalla forma, dalla posizione dei tasti, dalle funzioni offerte dal software, dal prezzo (considerando anche il costo di eventuali obiettivi e accessori futuri), dall’affidabilità del marchio, e premesso ancora che è ovvio che una macchina appena uscita sarà sicuramente superiore ad un modello precedente, esiste un sito che permette di ottenere dei semplici ed efficaci contronti tra le schede tecniche delle più disparate macchine fotografiche digitali sul mercato (quindi non soltanto reflex, ma anche compatte, bridge e mirrorless).

Si tratta di SnapSort. Cliccando su “compare” in alto a sinistra si accede ad una paginetta in cui viene chiesto di inserire le due macchine da controntare, mentre cliccando su “recommend” si accede ad una pagina dove, in seguito alla selezione di alcuni criteri da parte dell’utente, vengono suggerite alcune macchine fotografiche ritenute idonee in base alle necessità.

Per fare un esempio, questo è un confronto tra le due ammiraglie di casa Canon: Canon EOS-1D X vs Canon EOS-1D X Mark II

")

PS: può essere utile sapere che sotto lo stesso cappello ci sono altri due siti, uno per confrontare cellulari ed un altro per confrontare automobili.

PPS: esiste un altro sito, Imaging Resource, che offre un servizio simile, sebbene il confronto sia meno dettagliato; per fare un esempio, questo è un confronto tra le due ammiraglie dei principali protagonisti nel panorama delle DSLR: Nikon D5 vs Canon EOS-1D X Mark II

Alcuni bellissimi film sulla fotografia

banner-alcuni-bellissimi-film-sulla-fotografia
Siccome amo la fotografia ma adoro anche il cinema, ho il piacere di elencare qui alcuni film che trattano di fotografia che ho visto e che mi sono piaciuti tantissimo.
Questo sarà un articolo “dinamico”, nel senso che con il tempo mi capiterà di aggiornarlo con nuovi riferimenti ad altri film.

 

copertina-film-fur
Fur – Un ritratto immaginario di Diane Arbus

Meraviglioso film sulla vita di Diane Arbus, che tramite una storia inventata racconta come ella sia diventata famosissima, soprattutto grazie ai suoi ritratti dei “freaks“, ovvero esseri umani… “diversi”.

 

copertina-film-walter-mitty
I sogni segreti di Walter Mitty

La ricerca della “foto eccezionale” per la prossima ed ultima copertina cartacea della rivista Life si rivelerà un viaggio pieno di magia e di poesia. Semplicemente stupendo.

 

copertina-film-il-sale-della-terraIl sale tella Terra

Questo film documentario mi ha letteralmente lasciato senza fiato, ed è riuscito a commuovermi. Esso racconta la vita e la carriera di Sebastião Salgado, uno dei più grandi e stimati fotografi del mondo. La cosa che più mi ha colpito è che il suo modo di intendere la fotografia coincide esattamente con il mio.

 

copertina-film-mille-volte-buona-notte
Mille volte buona notte

Bellissimo film che racconta la storia di una delle più famose reporter di guerra (figura inventata), riuscendo a trasmettere benissimo all’osservatore le emozioni, le difficoltà ed i rischi di quel mestiere. Il tema principale è il problema nel coniugare tale mestiere con una vita “normale” con la propria famiglia.

")

LensTag: registrare e proteggere la propria attrezzatura fotografica

banner-lenstag-registrare-e-proteggere-la-propria-attrezzatura-fotografica
Con questo articolo desidero parlare di LensTag, un sito davvero provvidenziale e di evidente utilità per chi fa della fotografia la propria passione e/o professione.

Una delle principali paure che affliggono i fotografi è quella di subire un furto della propria preziosa attrezzatura, alla quale può aggiungersi il lecito timore, per chi acquista online, di incappare in fregature o di acquistare materiale che poi risulta essere merce rubata.

Lo scopo di LensTag, disponibile sia come sito che come app per Android ed iOS, è proprio quello di fornire uno strumento che possa fornire un aiuto concreto per prevenire situazioni spiacevoli.

Senza dilungarmi troppo, le cose principali che permette di fare sono:

♦ Tenere un inventario aggiornato della propria attrezzatura (con relativi numeri di serie, foto, valori a nuovo e nel mercato dell’usato)
♦ Scoprire se alcune proprie fotografie sono state utilizzate online senza la propria autorizzazione (questo è possibile solo se nelle immagini sono presenti i dati EXIF)
♦ Consultare un elenco aggiornato di attrezzatura segnalata come rubata (utilissimo quando si compra online tra privati, in quanto si può scoprire, chiedendo al evnditore di poter verificare il numero seriale, se l’oggetto messo in vendita è in realtà merce rubata)
♦ Segnalare informazioni su un pezzo sottratto in caso di furto

Consiglio quindi a tutti di iscriversi a questo utilissimo sito. E’ gratuito!

Infine, per quanto riguarda i prodotti Canon, uno strumento che offre, tra le varie cose, l’opportunità di tenere un registro della propria attrezzatura (cosa ad esempio molto utile per i vari Camera Service, che permette loro di sapere in tempi brevi se qualche oggetto che passa dai loro laboratori è in realtà merce rubata) è il CPS (Canon Professional Services).

Scroll To Top